30 anni di volontariato: cos’è cambiato e dove andiamo?

Il Centro di Servizio per il Volontariato di Verona vuole aprire un momento di riflessione collettiva nella cornice dei 25 anni di attività a servizio del territorio veronese.
Uno spazio aperto a quanti cercano un’ispirazione per affrontare questi tempi nuovi e complessi, a chi ha dedicato anni di energie all’operare volontario e sente il bisogno di nuovi stimoli, a chi nella cittadinanza attiva trova la sua sfida costante e non ha mai perso l’entusiasmo, a chi vede nel volontariato di oggi e di domani un modello per custodire e curare le relazioni sociali, a chi magari vive un momento denso di interrogativi da condividere con la grande famiglia dei volontari.

Vi invitiamo tutti per una mezza giornata, sabato 1° ottobre a partire dalle 9.00 in Sala Marani (presso l’Ospedale di Borgo Trento), per il convegno “30 anni di volontariato: cos’è cambiato e dove andiamo?”
A 30 anni dall’entrata in vigore della prima normativa nazionale sul volontariato e a 5 dal Codice del Terzo Settore che riposiziona al centro il valore del volontariato e delle collaborazioni per il benessere collettivo, cos’è cambiato?

La centralità del volontariato e dell’azione volontaria pervade tutto il nuovo impianto del Terzo settore, come delineato dalla Riforma. Ma ci sono anche le fatiche dell’uscita dalla pandemia e della lenta attuazione della Riforma, che richiedono a tutti un impegno per ribadire l’importanza di sostenere il volontariato. Non da ultimo, il tema dell’azione civica e sociale come collaborazione tra attori diversi: Terzo settore e volontariato, pubbliche amministrazioni, cittadini e donatori. Quali gli approcci e gli spunti di sana collaborazione per creare una comunità d’intenti e un cambiamento culturale che sappia coinvolgere tutti gli attori?

Ad aprire il convegno, dopo i saluti delle istituzioni, Chiara Tommasini, da luglio 2021 Presidente di CSVnet, l’associazione nazionale dei Centri di Servizio per il Volontariato. Non poteva che essere l’esperienza  competente ed entusiasta di Chiara, che noi veronesi abbiamo avuto la fortuna di conoscere di persona, ad aprire questo momento. Recentemente insignita dell’onorificenza di Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana da parte del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, Chiara dichiarava «I riconoscimenti pubblici, specie se assegnati dalle più alte cariche dello Stato, riempiono di orgoglio, ma anche di responsabilità […] Ma il merito di questo riconoscimento non è mio, è da condividere con tutte quelle persone ed associazioni con cui da anni metto in comune impegno e progetti. Sono animate da persone che lavorano tutti i giorni per il bene comune e questo riconoscimento è anche per il loro impegno».

Il programma del convegno vede la presenza di relatori nazionali: oltre a Chiara Tommasini, Luca Gori, docente di diritto del Terzo settore presso l’Università di Pisa e Luciano Gallo, referente contratti pubblici e innovazione sociale del diritto del Terzo settore di ANCI Emilia-Romagna. Seguirà una tavola rotonda di approfondimento su esperienze veronesi di co-progettazione tra istituzioni diverse e Terzo settore per il bene comune, che vede protagonisti ULSS9 Scaligera, Comune di Verona, Fondazione Cariverona, Università di Verona, in dialogo con volontariato e Terzo settore.

 

Sarà possibile seguire il convegno in diretta streaming sul canale YouTube CSV Verona e sulla pagina Facebook CSV Verona Federazione del Volontariato.

 

Con il Consiglio Direttivo del CSV di Verona, vorremmo estendere a tutti voi un caloroso invito.

 

Roberto Veronese
Presidente CSV Verona

 

Programma

 

8.30 accoglienza partecipanti

 

9.00 – 9.30 Saluti istituzionali

Benvenuto di Roberto Veronese, Presidente CSV di Verona

Pietro Girardi, Direttore Generale ULLS9
Gianluigi Mazzi, Presidente Conferenza dei Sindaci
Damiano Tommasi, Sindaco Comune di Verona (invitato)
Giovanni Dal Cero, Referente ANCI Veneto
Alessandro Mazzucco, Presidente Fondazione Cariverona (invitato)
Roberto Giacobazzi, Prorettore vicario Università di Verona
Silvana Bortolami, Presidente Organismo Territoriale di Controllo per i CSV area Veneto

 

9.30-11.00 Interventi

Modera Elena D’Alessandro, responsabile ufficio consulenze CSV di Verona

Chiara Tommasini – Il volontariato al centro: quali sfide?
Presidente di CSVnet. È volontaria nel settore del soccorso e della protezione civile dal 1997. Presidente del CSV di Verona dal 2013 al 2021

Luca Gori – La collaborazione come risposta ai bisogni sociali della comunità. Percorsi partecipativi e il ruolo costituzionale del rapporto Terzo settore e PA
Costituzionalista, attivo alla Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, docente di diritto del Terzo settore presso l’Università di Pisa

Luciano Gallo – Co-programmazione e co-progettazione nel rapporto tra Terzo settore e PA: quale sfida culturale?
Referente contratti pubblici e innovazione sociale e diritto del Terzo Settore di ANCI Emilia-Romagna.

 

11.00 – 11.20 Coffe break

 

11.20 – 13.00 Tavola rotonda

Cosa succede a Verona? Come lavorare con e per il volontariato e il Terzo settore?

Modera Cinzia Brentari, coordinatrice CSV di Verona

Raffaele Grottola, ULSS9 Scaligera – Strumenti di pianificazione condivisa con il Terzo settore
Giuseppe Baratta, Comune Verona – Pubblica amministrazione, Terzo settore, volontariato: l’esperienza di co-progettazione e co-gestione dei Centri di Comunità
Marta Cenzi, Fondazione Cariverona – Co-progettazione e territorio: gli approcci di Fondazione Cariverona
Alessandra Cordiano, Università di Verona – Università, CSV, Terzo settore: progetti e prospettive
Maurizio Carbognin, Osservatorio sulle Disuguaglianze a Verona – Temi e processi dei progetti di rete

 

13.15 Pranzo a buffet

 

Iscrizioni
A questo link  oppure contattando la segreteria del CSV (info@csv.verona.it; 045 8011978)

Informazioni
Coordinatrice – Cinzia Brentari c.brentari@csv.verona.it

Scarica la locandina per il web (link iscrizioni cliccabile)

Scarica la locandina per la stampa