SOSTENITORI

 

Il Centro di Servizio per il Volontariato (CSV) di Verona – come gli altri CSV in Italia– è finanziato per legge dalle Fondazioni di origine bancaria (legge 266/91 e DL 117/2017), istituzioni chiamate a perseguire scopi di utilità sociale e di promozione dello sviluppo economico, che hanno tra i loro obblighi quello di destinare ai CSV una quota dei loro proventi. Le Fondazioni rappresentano il principale motore economico che sostiene il sistema dei CSV.
Ad erogare i fondi ai CSV del Veneto è il Comitato di Gestione del Fondo Speciale Regionale per il Volontariato Veneto (Co.Ge.), organismo deputato per tutta la regione a svolgere funzione di regolatore generale del sistema di finanziamento dell’attività di volontariato e dei CSV.

 

I sette centri di servizio del Veneto, quindi anche quello di Verona, sono sostenuti dalle Fondazioni di seguito riportate.

Fondazione Cassa di Risparmio di Verona, Vicenza, Belluno e Ancona
Via A. Forti, 3A – 37121 Verona

Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo
Piazza Duomo, 15 – 35141 Padova

Fondazione Cassa di Risparmio di Venezia
Dorsoduro, 3488/U – 30123 Venezia

Fondazione Cassamarca di Treviso
Piazza San Leonardo, 1 – 31100 Treviso

Fondazione Banca del Monte di Rovigo
Piazza Vittorio Emanuele II, 48 – 45100 Rovigo

Fondazione Monte di Pietà di Vicenza
Contrà del Monte, 13 – 36100 Vicenza

 

Il CSV di Verona ricerca attivamente fondi complementari a quelli destinati dalle Fondazioni di origine bancaria, per accrescere le attività di supporto ed accompagnamento alle Organizzazioni di Volontariato e per rispondere ai bisogni del territorio. Maggiori informazioni sulle fonti complementari di finanziamento e sui progetti possono essere ricavate dal Bilancio Sociale ed Economico.