Al via la mappatura del Terzo Settore di Verona. Per chi partecipa più visibilità e accesso a servizi dedicati

Il Centro di Servizio per il Volontariato (CSV) di Verona, da 20 anni al servizio dei volontari e delle Organizzazioni di Volontariato della provincia di Verona, nell’adeguarsi alla Riforma del Terzo settore, si propone di aggiornare le informazioni in suo possesso relative al volontariato veronese e agli Enti del Terzo Settore che operano sul territorio.

A tal fine, è nato il progetto “Mappatura del Terzo Settore di Verona” che ha lo scopo di raccogliere i dati delle singole associazioni/Enti del Terzo Settore in unico database messo a disposizione all’interno di un’area riservata gestita dal CSV. Oltre ai dati generali dell’ente e ai recapiti, verranno messi in evidenza anche il numero dei volontari e dei soci, alcuni dati economici, nonché informazioni sulle attività e tipologia di utenti dell’ente, sui bisogni e sulle aspettative dell’ente rispetto al CSV.
Si tratta di un progetto ambizioso, che richiede la collaborazione di tutte le parti interessate.

La mappatura ha come target fondamentale l’aggiornamento dati delle Organizzazioni di Volontariato iscritte al registro regionale del volontariato e delle Associazioni di Promozione Sociale iscritte al registro regionale della Promozione sociale.

Di particolare rilievo anche la posizione delle attuali ONLUS che, a seguito della Riforma del Terzo settore, nei mesi a venire dovranno optare per una nuova forma giuridica per poter essere iscritte nel Registro Unico Nazionale degli Enti del Terzo Settore (RUNTS ex artt. 45-54 Dlgs 117/17).

Considerata, in ogni caso, la priorità della figura del volontario come tale, il progetto è aperto a tutti gli Enti del Terzo Settore che operano avvalendosi dell’attività di volontari e sono interessati a conoscere meglio il CSV.
In questa logica, tutti gli enti appartenenti alle categorie sopra elencate con sede nella provincia di Verona, sono invitati a registrarsi al sito comunicando i dati riguardanti la propria realtà associativa.

La mappatura permetterà di aggiornare la vetrina delle associazioni ed enti di Terzo settore che offrono opportunità di volontariato (www.veronavolontariato.it) che ci si ripromette di mettere a disposizione della cittadinanza e degli aspiranti volontari già da gennaio 2019.
Il risultato di questo lavoro consentirà al CSV di restituire un dato aggregato sulla presenza e la rilevanza dell’azione volontaria sulla provincia di Verona, dandone risalto presso la cittadinanza e le istituzioni competenti.

Con la registrazione all’area riservata, verrà dato accesso gratuito ed esclusivo alla rassegna stampa regionale quotidiana, con le maggiori testate del Veneto, tarata sui temi dell’associazionismo, politiche sociali e welfare.

Nell’area riservata saranno, altresì, disponibili news riguardanti le tappe normative della Riforma del Terzo settore. Uno strumento utilissimo e di facile consultazione per sapere come comportarsi rispetto alle novità apportate dalla Riforma.

Per la registrazione al sito e l’accesso all’area riservata, dove poter inserire i dati dell’associazione di appartenenza, basterà cliccare sul link http://gestionale.veronavolontariato.it/Frontend/Registrazione.aspx (oppure copiarlo e incollarlo nella barra del browser), dove troverete tutte le informazioni per la realizzazione della mappatura e il manuale di utilizzo.

Per ragioni organizzative, chiediamo che la compilazione dei dati venga completata entro il mese di dicembre 2018.

Per qualsiasi chiarimento o supporto per la compilazione, il CSV rimane a disposizione e può essere contattato via mail (info@csv.verona.it) o telefonicamente, al numero della segreteria 045 8011978 (dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13; martedì e giovedì dalle 15 alle 18).

I nostri riferimenti sono: Daria Rossi, Gianluca Malini e Marco Tirozzi.

 

Ringraziando per la preziosa collaborazione,

la Presidente, il Consiglio Direttivo e lo staff del CSV

 

 

La mappatura è una delle attività del progetto “HUB3 (HUB al cubo), dove la solidarietà diventa esponenziale”, co-finanziato dal Comitato di Gestione del Fondo Speciale Regionale per il Volontariato (Co.Ge. Veneto), per il periodo 2018 – 2019.